Seleziona una pagina

Novella 9. Fame

«Sì, mangiami», disse la rana al topo. «Che ogni morso che prenderai di me sia da te gustato, che tu senta il mio sapore, che iopossa nutrirti». «Io ti mangio e basta». La rana, che aveva deciso di donarsi, non era pronta alla nuda fame del topo.Non era matura per...

Lettere di liberazione

LETTERA DI LIBERAZIONE DEL CLAN FAMILIARE Scrivo oggi questa lettera come regalo alla famiglia a cui appartengo. Mi libero e libero definitivamente e per sempre i miei bisnonni, i miei nonni, i miei genitori, i miei zii, i miei cugini, mia sorella dai bimbi mai nati,...

Lacrime

  Lacrime di latte liberano la mia sete da una tenerezza impossibile.Come porre accordo fra urlo e canto?Cristalli pungono le temperature ardenti del cuoreSabbia sotto i piedi di luna nel deserto d’amoreStelle cieche. Io che, bambina, già piango pioggia. ***  Nel...

Tutto sottratto, bene!

Come va?Tutto sottratto bene! Voglio passarti un suggerimento grandissimo. Per me lo è stato. Un pomeriggio, di quelli tristi, mi sfogavo con Anna Valeria una mia amica yogina molto saggia e acuta nella comprensione delle umane debolezze.Mi stavo lagnando del mio...

Come prima

Vorrei tornare come prima, essere quella di una volta. Vorrei che niente fosse successo.Non ero così. Ho sentito queste frasi molte volte. Io stessa le ho pensate quando la vita mi ha sorpresa, cogliendomi alle spalle con qualche evento che non avrei mai dato per...